La ricetta della felicità? Mangiare più frutta e verdura

La ricetta della felicità? Mangiare più frutta e verdura

Per trovare la felicità non serve cercare lontano, basta guardare nel piatto. Meglio se ricco di colori di stagione. Secondo uno studio condotto dall’Università di Leeds e dall’Università di York, frutta e verdura possono essere importanti per la salute della mente e del fisico. Più nel dettaglio, la ricerca mostra come il benessere individuale cresce all’aumentare delle porzioni di frutta e verdura consumate ogni giorno.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Social Science and Medicine, è stata condotta su oltre 45mila persone. Gli esperti hanno analizzato il vasto campione anche in base ai fattori alternativi che possono incidere sul benessere mentale, come età, istruzione, reddito, stato civile, condizione lavorativa, stile di vita e salute, nonché il consumo di altri alimenti come pane o prodotti caseari. È emerso che il grado di benessere individuale cresce proporzionalmente alla quantità e alla frequenza di consumo di frutta e verdura.

Lo studio ha rivelato che la soddisfazione della propria vita migliora enormemente se si raddoppia il consumo dalle 5 porzioni consigliate alle 10 (un miglioramento equivalente a quello dal passare da una condizione di disoccupazione all’aver trovato un lavoro). “Se per dimostrare il collegamento tra causa ed effetto sono necessarie ulteriori ricerche – scrivono gli autori dello studio –, i risultati sono tuttavia chiari: le persone che mangiano più frutta e verdura riportano un livello più alto di benessere mentale e soddisfazione della vita rispetto a quelli che mangiano meno”. “I nostri risultati – concludono – forniscono un’ulteriore evidenza che persuadere le persone a consumare più frutta e verdura non solo fa bene alla loro salute fisica nel lungo termine, ma anche al loro benessere mentale nel breve termine”.